Come ottenere un colorito radioso e duraturo con l’aiuto di frutta e verdura

Se per la tintarella ideale basta un po’ di sole e un pizzico di pazienza, per preservare il colore della pelle dorato per tutta l’estate serve qualche sforzo in più. Per sfoggiare un’abbronzatura da manuale e conservarla anche al rientro in città basta seguire tre semplici principi: idratazione continua, esfoliazione soft e consumo di cibi ricchi di beta-carotene.

A rendere migliore l’aspetto della tua pelle non sono solo lozioni, spray e trattamenti, ma anche un’alimentazione sana ed equilibrata unita a qualche accortezza: evitare l’esposizione nelle ore più calde della giornata e nutrire l’epidermide con alimenti ricchi di vitamine e minerali. I cibi che ti consiglieremo possiedono caratteristiche ideali per idratare a dovere il corpo e illuminare la pelle, non solo, la proteggono anche dai raggi UV rendendola più elastica.

I 5 alleati dell’abbronzatura

Frutta e verdura al primo posto: ricchi d’acqua, sali minerali e vitamine, aiutano a integrare la perdita di liquidi causata dalla sudorazione. Questi alimenti si possono consumare in colorate insalatone, frullati, estratti e centrifughe dove giocare di fantasia abbinando frutta e verdura di stagione. Tutti questi nutrimenti sono caratterizzati dall’alta presenza di beta-carotene, una sostanza che stimola la melanina e allo stesso tempo protegge la pelle dalle radiazioni solari.

  • Carote: ricche di vitamina A e beta-carotene, sono da sempre le protagoniste indiscusse per ottenere un’abbronzatura perfetta. Si sfrutta al massimo il loro potere consumandole cotte.
  • Radicchio: anche se è un ortaggio tipico delle stagioni più fredde, è tra gli alimenti che abbondano maggiormente di vitamina A e beta-carotene.
  • Pesche: generose per quanto riguarda la vitamina C, da mangiare sole o in macedonie e frullati.
  • Albicocche: danno un apporto considerevole di vitamina A e sono ottime da portare con sé in spiaggia. Anche per loro il segreto è sempre il beta-carotene, che si trova spesso in frutta e verdura dalla colorazione arancio-rossa.
  • Pomodori: sono ricchi di antiossidanti naturali come il licopene, idratano la pelle e la proteggono dall’invecchiamento.

Puoi fare di più e mettere nel carrello anche mango, patate dolci, frutti rossi, peperoni, melone giallo, ciliegie, ananas e arance, tutti alimenti che contengono vitamine e sostanze che migliorano il colorito.

 

5 segreti per mantenere l’abbronzatura dopo le vacanze

consigli mantenere abbronzatura

Dopo mesi passati al sole per conquistare una nuance dorata, ci si trova a dover affrontare lo svanire dell’abbronzatura al rientro in città. Quali sono i trucchi per difendere il più a lungo possibile la tintarella guadagnata con tanta pazienza ed evitare che sbiadisca insieme ai nostri ricordi dell’estate? Il primo passo per prolungare l’abbronzatura è quello di proteggersi con la protezione solare sin dal primo momento. Evitando le scottature potrai abbronzarti gradualmente e curare la tua pelle conservandone la tinta bronzea.

Idratati: bevi tanta acqua e utilizza una crema idratante molto nutriente per evitare l’indesiderata desquamazione post vacanze. Il colorito del viso è quello che si dissolve più velocemente a causa dei lavaggi quotidiani e dei trattamenti: evita i prodotti cosmetici che contengono alcol e che possono favorire la comparsa di macchie.

Esfolia: che lo scrub elimini l’abbronzatura è una diceria, anzi, questo è proprio il momento più adatto per rinnovare la cute del viso e del corpo. Elimina le cellule morte con uno scrub delicato una o due volte alla settimana e prediligi gommage leggeri e cremosi.

Evita bagni caldi che disidratano l’epidermide e tendono a seccarla, preferisci invece docce fresche che mantengono la cute compatta ed elastica. Occhio ai prodotti che utilizzi: meglio senza schiuma, come detergenti delicati oppure oli e gel idratanti.

Fai attenzione a come ti asciughi: scegli asciugamani morbidi e tampona con dolcezza. Non sfregare e non stressare la tua pelle!

Depilazione: la credenza vuole che la ceretta schiarisca il colorito della pelle, ma in realtà è solo un luogo comune. Lo strappo della ceretta, al contrario, funziona da esfoliante ed elimina le cellule morte favorendo il turnover cellulare, donando luminosità.